mercoledì 23 settembre 2009

L'Onu denuncia i crimini di guerra commessi da israeliani e palestinesi



Il giudice Richard Goldstone ha presentato un rapporto sui combattimenti del gennaio 2009 a Gaza

Crimini di guerra sono stati commessi sia dalle forze israeliane sia da quelle palestinesi durante i combattimenti a Gaza del gennaio scorso. La denuncia viene da un rapporto pubblicato oggi dall'Onu che critica Tel Aviv per l'uso sproporzionato della forza e le punizioni collettive e i palestinesi per i lancio di razzi e i colpi di mortaio che hanno scatenato l'offensiva, durante la quale sono morti almeno 1.400 abitanti della Striscia di Gaza. Israele - che ha rifiutato di dare il proprio appoggio agli investigatori, guidati dal giudice sudafricano Richard Goldstone - sostiene che la relazione è "chiaramente di parte" e contesta il numero delle vittime, abbassandolo a 1.166.
Il rapporto - basato su 188 interviste, 1.200 fotografie e su una documentazione di più di 10 mila pagine - accusa inoltre lo Stato ebraico di aver condotto operazioni militari contro la popolazione civile della regione e rivolge un appello ad entrambe le parti perché conducano indagini approfondite a riguardo e riferiscano i risultati al Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite entro sei mesi.

Fonte

Nessun commento:

Posta un commento