venerdì 14 novembre 2008

G8 - Massacro Alla Diaz - Assolti i Responsabili


Altra vergogna italiana
assolti i vertici della polizia responsabili della macelleria alla Diaz


C'era da aspettarselo....

"Sono stati assolti i vertici della polizia per le violenze del 21 luglio 2001, durante il G8 di Genova, all'interno della scuola Diaz. Nessuna condanna, dunque, per Giovanni Luperi, attuale capo del Dipartimento di analisi dell'Aisi (ex Sisde), nel 2001 vice direttore dell'Ucigos, e per Francesco Gratteri, attuale capo dell'Anticrimine, all'epoca dei fatti direttore dello Sco, e Gilberto Calderozzi, oggi capo dello Sco. Dei 29 imputati, 13 sono stati condannati e 16 assolti. Il tribunale di Genova ha inflitto pene per complessivi 35 anni e sette mesi, di cui 32 anni e sei mesi condonati. L'accusa aveva chiesto condanne per un totale di oltre 108 anni."

Praticamente il massacro della Diaz è costato 3 anni.. ora sappiamo che le forze dell'ordine sono al di sopra della stessa legge che devono far rispettare!

"Vergogna". Alla lettura della sentenza, dopo 11 ore di camera di consiglio, si è levato il grido "Vergogna, vergogna!" dai settori del pubblico che affollava l'aula. Presenti anche gli altri magistrati della procura di Genova: tra loro i pm del processo per i fatti di Bolzaneto, Petruzziello e Ranieri Miniati, oltre ad altri quattro che si sono occupati della Diaz. In aula c'era solo un imputato: il capo della squadra mobile di Parma Alberto Fabbrocini per il quale i pm hanno chiesto l'assoluzione."

repubblica.it

I principali responsabili del massacro, alcuni erano stati promossi qualche anno dopo. Tratto Da l'edizione cartacea dell'Unità del 13/11/2008 (vedi Dossier Genova G8)


CLAUDIO SCAJOLA


era ministro dell’Interno e rimase
al Viminale. Mesi dopo rivelò:
«Avevamo dato ordine di sparare»

Oggi è ministro dell’Attività produttiva.
Adesso, sette anni dopo, dice: «La
polizia non è stata all’altezza»




FRANCO GRATTERI


era numero uno del Servizio
centrale operativo della polizia, lo Sco,
reparto di eccellenza

Franco Gratteri nel 2006
viene promosso a capo del Dac
il Dipartimento Anticrimine





VINCENZO CANTERINI


Era dirigente del primo reparto
mobile, alla guida degli uomini che
fecero irruzione alla Diaz

è stato uno dei primi ad essere
promosso ed è diventato dirigente
dell’Interpol distaccato in Romania




ALESSANDRO PERUGINI

Un fermo immagine dal TG3 che mostra l'allora vice capo della Digos di Genova Alessandro Perugini mentre, nei giorni del G8, prende la rincorsa e sferra un calcio ad un giovane manifestante a terra (Ansa)

ex vice della Digos di Genova sotto processo per il calcio in testa a Marco Mattana. Chiesti 2 anni

Oggi è diventato vicequestore insieme a un altro dirigente Fabio Ciccimarra l’ultimo dei promossi.

Le frasi:

Finita la mattanza e ritiratasi la polizia entrammo a vedere. C’era silenzio, un silenzio
agghiacciante. E sangue, pozzanghere di sangue. Ad ogni piano c’era del sangue sui
muri. Una carneficina! Graziella Arzaroli, medico del Genoa Social Forum, scuola Diaz, 20 luglio 2001

Tutta la notte ho sentito gli agenti che andavano e venivano, descrivevano come si picchia meglio, come fare più male. «Quegli stronzi - disse uno - mi hanno sporcato le scarpe di sangue» Gabriella Trotta ospedale San Martino Genova 20 luglio 2001

Abbiamo visto i resti della mattanza della Diaz. Quello che avete visto tutti in tv. Ma osservarlo dal vivo il sangue strisciato sui muri, capelli e denti, ci ha fatto accapponare la pelle. (Leonardo Chessa)

Pensavo potesse diventare un momento storico, ma non in questo modo. Mi sono ritrovato in una guerra folle. Gli occhi spauriti di ragazzine con ematomi multipli al capo. (Antonio Curotto)

Nessun commento:

Posta un commento