martedì 16 settembre 2008

Cocktails & Drinks: Exit

1/5 Curaçao

Un cucchiaio di Fraise des Bois Dolfi

Uno spruzzo di succo di limone

Servire con fragoline

~~~~~~ Dizionario degli alcolici ~~~~~~~~

Brannvin: In Svezia, Norvegia e Finlandia, nome dell'acquavite nazionale simile all'acquavite danese. In Islanda invece è detta Brennivin. Fin verso il XVI secolo, i paesi scandinavi acquistavano dai commercianti olandesi o direttamente nei porti francesi, dei vini fortificati chiamati Brannvins ,cioè "vini bruciati", distillati. Successivamente si insediarono nel territorio i primi alambicchi, per una produzione diretta di acquaviti. Dal XVIII sec. gli svedesi sostituirono la materia prima, passando dal vino ai cereali senza più dover dipendere dalle importazioni. Verso la fine del Settecento esistevano più di 180000 alambicchi. Nel 1855, per limitare le frodi e l'alcolismo, il governo svedese instaurò il monopolio degli alcolici e vietò la distillazione privata. La totalità della produzione di Brannvin è oggi concentrata in una distilleria vicino Stoccolma che da sola produce oltre 630000 hl l'anno. Il monopolio svedese degli alcolici, il Vin et Spritcentralen commercializza una gamma di vari Brannvin, puri o aromatizzati; le marche più diffuse sono Explorer, Renat, Skane (all'anice). La situazione è simile anche in Norvegia e Finlandia: le aziende di stato distribuiscono con parsimonia il distillato , gravato da tasse elevate e divieto di fare pubblicità.



Nessun commento:

Posta un commento