venerdì 1 febbraio 2008

Cocktail & Drinks : Jambalaya ed il Dizionario Degli Alcolici [ Frutta Con Spirito ]


Jambalaya

1/2 Tequila

1/4 Liqueur de Peche Dolfi

1/4 Succo d'arancia

Uno spruzzo di Granatina




Dizionario degli alcolici : Frutta sotto spirito

La conservazione della frutta sotto spirito (grappa, brandy o alcol buon gusto) ha una storia piuttosto antica. E' una pratica molto diffusa a livello domestico ma vi sono anche alcuni produttori specializzati. L'alcol non conserva il frutto tal quale, ma lo disidrata e dissolve i principi aromatici. La frutta conservata soltanto in alcol non è molto piacevole, per questo occorre aggiungere un poco di zucchero o sciroppo. Per la preparazione bisogna attenersi ad alcune regole essenziali. Il frutto deve essere scelto sano e bello, ma non troppo maturo, lavato e asciugato. La frutta più delicata coem fragole, lamponi, ribes deve prima essere immersa in uno sciroppo. Pesche, prugne, ciliegie, fichi, uva sono prima bucati con un ago e poi mmersi nello sciroppo. Altri tipi di frutta polposa devono essere sbollentati in acqua calda. Il contenuto di zucchero messo nell'alcol della conservazione deve tener conto del tenore di zucchero contenuto nella frutta. Un tempo le pere erano preparate in maniera curiosa. Su ogni germoglio del pero si infilava una bottiglia in modo che la pera crescesse all'interno. Quand'era matura si staccava e riempiva con acquavite di pera. E' un processo molto costoso che non si fa più; oggi le bottiglie vengono tagliate sul fondo e, introdotta la pera, reincollate.

Nessun commento:

Posta un commento