venerdì 7 dicembre 2007

IL Progetto Palladium Avanza Nuovi Sviluppi In Vista

Il progetto Palladium viene portato avanti da diverso tempo a nostra insaputa e ci potremmo trovare con nuovi computer di ultima generazione che controllano tutto quello che abbiamo nei nostri hard disk limitandone i software.

[…] In epoca di follie internazionali non occorre sottovalutare la minaccia incombente del progetto Palladium, portato avanti da Microsoft, Intel e AMD con la benedizione di alcune multinazionali del software. In breve, si tratta di riconcepire l'architettura dei personal computer in modo che il funzionamento, in primo luogo dell'hardware e poi del software, possa essere controllato in rete dai proprietari della tecnologia. Gates & Co. giustificano questa prossima generazione di computer con l'esigenza di maggior sicurezza, sentimento così di moda di questi tempi. La realtà delle cose, invece, è ben più triste: per esempio, computer del genere consentirebbero l'esecuzione soltanto di software autorizzato (autorizzato da chi? da Microsoft, naturalmente). E tante altre schifezze. […]

Fonte: http://www.fabiopani.it/?id=21

[…]L’ avvoltoio che minaccia la libertà del nostro WEB si chiama PALLADIUM ed è un progetto che viene portato avanti, oramai da tempo, il cui obiettivo è quello di limitare o peggio vietare, nell'imminente futuro, lo scambio di programmi (soprattutto quelli FREE), lo sharing dei file (audio P2P) e ad avere il controllo pressochè completo di tutti i PC del Mondo. IL nuovo "Windows Live Messenger", il futuro di MSN Messenger, entra a far parte di Palladium, […]

Fonte: http://beppegrillo.meetup.com/190/boards/view/viewthread?thread=1864724

Il Processore Celeron D e Windows Vista fanno parte del progetto Palladium con questi sistemi dovrebbe succedere che i File Mp3 del Disco Fisso esterno non è che l’hard disk non li vede, ma te li cancella Palladium per sempre, ed il DVD non è che non funziona ma è copiato e Palladium non permette di vedere cose copiate, ed il Sito di "Emule" non è che ha problemi, è Palladium che non ti permette di collegarti a quei siti.

[…]Un conto è proteggere il diritto d'autore, quindi impedire che l'utente possa usufruire di materiale di origine pirata, altro conto è impedire a software non autorizzati di andare in esecuzione. Infatti questa volta penso sia un nostro diritto poter sviluppare e far girare un software che vogliamo senza dover chiedere l'autorizzazione (e pagare)...

…Apple ha installato i chip Fritz nei suoi Mactel, poi ha fatto marcia indietro disabilitandoli dal firmware, tempo fa si parlava dei problemi che Palladium e altre tecnologie affini avrebbero causato al software,in effetti è proprio così qualunque modulo software per poter girare deve avere un proprio certificato digitale ( per intenderci quelli forniti da Verisign o Thawte ) quindi niente certificato, niente software è chiaro che chi sviluppa software in proprio avrà qualche problema, per ora non si sa a che livello questo sistema si estenderà, alcuni pensavano solo ai moduli kernel e ai driver, poi ovviamente si è ravvisata la necessità di estendere il tutto anche al software applicativo altrimenti non sarebbe possibile impedire l'esecuzione di malware. L'altro grande problema è che per qualsiasi tipo di contenuto, il PC è in continua comunicazione con dei server che gestiscono le liste dei certificati, infine l'ultimo la possibilità per il sistema remoto dei certificati di accedere in maniera incondizionata al PC, loro dicono per verificare la presenza di software e audio/video pirata, ma nessuno può impedire alla NSA di farsi dare da Microsoft le chiavi di casa ed entrare in ogni PC del pianeta. […]

Fonte: http://www.giorgiotave.it/forum/windows-e-software/33519-attenti-al-progetto-palladium.html

Non rimane che verificare i nuovi sistemi operativi Vista il quale già danno problemi di compatibilità di software e poi si potranno trovare i rimedi anche se sarà sempre più difficile avere un PC/Notebook che possa fare quello che vuole l’utente, Linux sarà una valida alternativa sempre se le casi madri produttrici di software faranno programmi compatibili per lo stesso linux, anche se non penso che il progetto possa diventare fattibile a tutti gli effetti.

Nessun commento:

Posta un commento